VOLLEY VICENZA 20.09.2020
Sorelle Ramonda Ipag – Cuore di Mamma Cutrofiano_2-3

 

DA UFFICIO STAMPA DEL
"MONTECCHIO SORELLE RAMONDA IPAG VOLLEY"

Montecchio Maggiore, 20 settembre 2020

Comincia una nuova avventura oggi per le ragazze del S.lle Ramonda-Ipag anche se in una cornice anomala di un Pala Collodi senza pubblico.

Dopo una lunga preparazione iniziata a metà luglio, la squadra di Coach Simone affronta in casa il Cuore di Mamma Cutrofiano nella prima gara del girone Est.

Parte al servizio Cutrofiano e il primo punto va alla squadra ospite. E’ Battista a conquistare il pareggio (1-1) ma è la compagine leccese che si porta in vantaggio 2-6 e coach Simone chiama il primo time-out. Le castellane si portano 4-8 con un attacco da zona due di Mangani e poi Bartolini accorcia ancora le distanze 6-9. Cagnin sfonda il muro di Cutrofiano e porta la sua formazione a -1 (9-10). Le avversarie allungano nuovamente 9-15 e c’è il secondo time out di Montecchio. Battista trova un ace (15-17) e sul 19-20 mister Carratù interrompe il gioco. Il pareggio arriva sul 22-22 con un attacco di Battista, mentre Mangani trova il primo set point 24-22. Bartolini chiude il set 25-22.

Si porta subito in vantaggio Montecchio con un muro di Mangani (2-0) ed è sempre a muro che Bovo conquista il 3-1. Dopo un ace di Mangani (7-3), mister Carratù corre ai ripari chiamando time out. Un altro ace di Battista porta il S.lle Ramonda-Ipag a + 5 (9-4). Un ‘ottima ricezione di Imperiali permette a Scacchetti di dare una palla perfetta a Cagnin che mette palla a terra (11-5). Bartolini trova il muro su Quarchioni (17-11) e Cagnin ottiene il ventesimo punto mettendo a terra una palla alzata da Imperiali dai nove metri (20-16). Cutrofiano raggiunge il pareggio sul 22-22, ma è Montecchio che porta a casa il secondo set (28-26) grazie ad un attacco out di M’Bra.

E’ all’insegna della parità il terzo set (4-4) con le avversarie che si portano a + 2 con un ace di Panucci. Montecchio soffre e coach Simone corre ai ripari chiamando un time out (6-10). E’ Cagnin che riconquista il servizio (7-10), ma Cutrofiano sfrutta il momento positivo e si porta (7-12). Si rifà sotto il S.lle Ramonda-Ipag con una fast di Bovo (13-16), ma le avversarie non si fanno sorprendere e rimangono in vantaggio (15-20). Spingono sull’acceleratore le rosso nere (19-20) mettendo pressione alle ospiti sia in ricezione che in attacco. Il primo set point è per Cutrofiano 22-24, ma Cagnin annulla tutto. Finisce comunque 23-25 il terzo parziale in favore delle ospiti.

Nella quarta frazione di gara Montecchio parte in affanno (0-3) e si assicura il primo punto sempre con Cagnin. Passano in vantaggio le padrone di casa con Mangani (6-2) ma vengono poi raggiunte sul 7-7. E’ punto a punto (13-13) con il Cuore di Mamma che si porta a + 2 sul 13-15, ma sempre con grande equilibrio in campo. Mangani piazza un servizio che mette in difficoltà le avversarie e Bartolini ne approfitta siglando il 18-16. Scacchetti distribuisce bene il gioco ma il punteggio ritorna in parità 19-19. E’ di Cutrofiano il primo set point che chiude il set 23-25.

Battista mette a terra la prima palla per il S.lle Ramonda-Ipag (1-1), ma Cutrofiano si porta in vantaggio 3-5 e si va al cambio campo con le avversarie in vantaggio 5-8. Montecchio perde smalto ed è 5-11 per Cutrofiano per cui sembra tutto in discesa. Il match termina in favore del Cuore di Mamma che conquista questi primi due punti in palio.

Commentano così la gara il capitano Chiara Scacchetti ed Emma Cagnin

“L’esordio non è andato benissimo perché davanti due a zero dovevamo chiudere la gara. Nel primo set però abbiamo fatto un bellissimo recupero aiutandoci le une con le altre. Poi sono venute a galla delle disattenzioni e la frenesia di mettere la palla a terra ci ha spesso mandato in confusione. Sicuramente non ci perdiamo d’animo visto che è la prima partita e martedì torniamo in palestra per lavorare sodo con tanta energia e tanta grinta per tornare in campo domenica con la voglia di vincere”.

“Siamo partite molto bene i primi due set, il primo forse un po’ con il freno a mano tirato, ma siamo state brave a recuperare alla fine. Il secondo set abbiamo spinto molto e poi, forse, la convinzione che due set in tasca bastassero e un po’ la stanchezza, la nostra attenzione è calata e di conseguenza siamo state molto disattente su alcuni fondamentali e abbiamo mollato un po’. Mi dispiace molto per il quinto set perché forse potevamo dare un po’ di più, ma siamo pronte ad imparare dai nostri errori per la prossima volta e cercare di non ripeterli”.

Analizza invece così la gara coach Simone:

“La strada è lunga e lo sapevamo. Abbiamo comunque fatto una buona partenza anche se già nel primo set abbiamo vinto inseguendo, nel secondo eravamo in vantaggio, ci siamo fatte raggiungere e poi siamo uscite bene, mentre dal terzo set in poi, nonostante le statistiche indichino dei buoni numeri, abbiamo un po’ mollato e se l’avversario vince ovviamente vuol dire che qualcosa di sbagliato c’è. Abbiamo fatto degli errori in difesa e in copertura che hanno agevolato le avversarie. Sapevamo che l’inizio sarebbe stato complicato sotto tanti punti di vista, ma la squadra credo abbia fatto vedere delle cose molto belle e su quelle meno belle dovremo semplicemente lavorare”.

S.LLE RAMONDA-IPAG MONTECCCHIO – CUORE DI MAMMA CUTROFIANO: 2-3 (25-22 / 28-26 / 23-25 / 23-25 / 8-15)

S.LLE RAMONDA-IPAG MONTECCHIO: Bartolini 8, Scacchetti 1, Bovo 7, Battista 24, Mangani 15, Cagnin 22, Monaco 0, Canton ne, Covino ne, Imperiali (L), Brandi ne, Rosso 0.

Allenatore: Simone Alessio

Assistente: Antoniazzi Giacomo

CUORE DI MAMMA CUTROFIANO: Ferrara (L), Tarantino ne, Avenia 6, Panucci 28, Quarchioni 11, M’bra 11, Menghi 8, Rizzieri, Salviato 1, Morciano ne, Caneva 11, Gorgoni ne.

Allenatore: Carratu’ Antonio

Assistente: Giunta Simone

Arbitri: Licchelli A., Serafin D.

Note: Durata set: 27’, 31’, 27’, 29’, 14’; totale 2.08 ’. Montecchio: battute sbagliate 10, vincenti 6, muri 6. Cutrofiano: battute sbagliate 12, vincenti 8, muri 13. Ricezione: Montecchio 39%, Cutrofiano 35%. Attacco: Montecchio 36%, Cutrofiano 33%.

 

VOLLEY VICENZA 19.01.2020
Sorelle Ramonda – Baronissi

 

DA UFFICIO STAMPA DEL

“MONTECCHIO SORELLE RAMONDA IPAG VOLLEY”

Montecchio Maggiore, 19 gennaio 2020

Sorelle Ramonda Ipag: ultimo appello contro Baronissi

Domenica 19 gennaio si terrà l’ultima partita del girone d’andata di serie A2 e il Sorelle Ramonda Ipag disputerà la sua ultima gara casalinga contro la P2P Smilers Baronissi, attualmente in penultima posizione a 16 punti. Le castellane sono ancora in corsa per un posto ai play-off e c’è da credere che, visto l’ottimo campionato disputato fino ad ora, scenderanno in campo con il coraggio e la voglia di far bene che le ha sempre contraddistinte.

Così commenta la settimana di lavoro e l’approccio alla gara coach Beltrami:

“Sapevamo che giocare le ultime partite contro Trento, Ravenna e Busto Arsizio sarebbe stato davvero difficile. Abbiamo giocato delle partite strepitose a inizio dicembre, ma anche oggettivamente fuori dall’ordinario. Le ultime sconfitte invece sono un po’ sotto l’ordinario, nel senso che oltra a non ottenere punti, non abbiamo nemmeno espresso un gioco buono, soprattutto nelle ultime due settimane. Non siamo stati costanti e abbiamo mostrato dei cali repentini di gioco soprattutto durante gli ultimi set delle partite contro Ravenna e Busto. C’è da dire che le altre formazioni hanno espresso un ottimo gioco, onore a loro, e noi non siamo stati in grado di esprimere il nostro gioco, sprecando molto. Bisogna ora ripartire dalle cose buone e questa settimana, a livello di allenamento, siamo state costanti e a un buon livello. Ora dobbiamo essere bravi a ritrasportare tutto questo lavoro settimanale in partita. Mi dispiace che in questo periodo abbiamo perso più fiducia in noi di quanto avessimo dovuto, perché le sconfitte ci stanno, fanno parte del gioco, come anche ricordare le buone cose fatte. Domenica torniamo in campo a Montecchio, consapevoli del fatto che dovremo esprimerci al meglio cercando di fare punti e sperando che anche i risultati degli altri campi ci aiutino. Se i risultati non dovessero incastrarsi a nostro favore per accedere ai paly off, approderemo comunque all’altro girone con un buon bottino di punti, affrontando la seconda fase del campionato da protagonisti. Domenica finisce solo una parte del campionato, poi ci attendono altri due mesi di lavoro e partite in cui l’obbiettivo è dare il meglio.”

VOLLEY VICENZA 13.10.2019
Sorelle Ramonda – Mondovì

 

DA UFFICIO STAMPA DEL

“MONTECCHIO SORELLE RAMONDA IPAG VOLLEY”

Montecchio Maggiore, 13 ottobre 2019

Il Sorelle Ramonda Ipag Montecchio Maggiore porta a casa una meritatissima vittoria contro il forte Mondovì

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCCHIO – LPM BAM MONDOVI’: 3-1 (25-19, 19-25, 25-17, 25-20)

LPM BAM MONDOVI’: Rodriguez 6, Scola 2, Fezzi 2, Miridiano 3, Tonello 10, Zanetta 20, Bordignon 3, Tanase 11, Rebora 10, Mandrile (L), Agostino (L), Bonifazi 1

Allenatore: Delmati Davide Alessandro

Assistente: Basso Claudio

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Bartolini11, Scacchetti 4, Carletti 13, Trevisan 12, Bovo 10, Battista 17, Zardo (L), Rosso, Barbiero, n.e. Frison, Tosi

Allenatore: Beltrami Alessandro

Assistente: Della Balda Alessandro

Arbitri: Giardini M. – Marconi M.

Note. Spettatori: 500. Durata set: 24’, 23’, 23’, 23’, 1.33’; totale . Montecchio: battute sbagliate 5, vincenti 8, muri 9. Mondovì: battute sbagliate 19, vincenti 5, muri 6. Ricezione: Montecchio 33%, Mondovì 30%. Attacco: Montecchio 50%, Mondovì 46%.

Prima gara casalinga per il Sorelle Ramonda Ipag Montecchio Maggiore che, nel 75esimo campionato di serie A, girone B, affronta oggi la corazzata Mondovì, vittoriosa per 3-1 contro Macerata nello scorso turno. Davanti ad un folto pubblico appassionato e desideroso di rivedere il grande volley dopo i mesi estivi, coach Delmati schiera, Scola-Zanetta, Rebora-Tonello, Tanas-Rodriguez, Agostino libero, mentre Alessandro Beltrami, che deve sopperire all’assenza di Anahi Tosi (leggero infortunio per lei ieri al ginocchio) risponde con Bovo-Bartolin al centro, Trevisan-Battista in band, Scacchetti-Carletti palleggiatrice-opposta, Zardo libero.

Inizia al servizio Francesca Trevisan e Battista finalizza con un attacco da posto quattro (1-0). Trevisan ottiene il raddoppio con un ace (2-0). Sul 3-1 Mondovì riconquista il servizio. Bovo va in battuta  e ottiene il quinto punto con ace (5-2). La Bpm Mondovì prova a riportarsi sotto (7-5), ma un buon turno di Battista in battuta e con gli attacchi di Carletti da seconda linea Montecchio rimane in vantaggio (9-6). Scacchetti mette in difficoltà la ricezione avversaria e subito dopo sigla un ace che vale il 12-7. Le rosso nere rimangono a +4 (17-13), grazie a un pallonetto d’intelligenza dell’esperta Scacchetti. Beltrami vuole mantenere il trend positivo e inserisce Rosso per Scacchetti, anche per dare maggior incidenza a muro (19-13). Zardo va su tutti i palloni, ricevendo e difendendo con precisione e Battista martella portando il Sorelle Ramonda 22-15. Il primo set si conclude 25-19 con un mani e fuori di Battista.

Comincia con un errore in battuta di Rebora il secondo set (1-0), ma Mondovì reagisce subito portandosi in vantaggio (1-2). Il set continua in sostanziale parità (4-4) con Bartolini particolarmente efficace in attacco. Il Sorelle Ramonda mette avanti la testa con un attacco di Carletti (6-5). Nessuna delle due formazioni dà segni di voler mollare questo parziale ed è ancora parità (8-8). Bovo “fermatutto” è implacabile a muro, ma la squadra ospite compie il primo allungo portandosi a +2 (11-13). Le avversarie conquistano il massimo vantaggio (14-18) e Beltrami chiama time out. Sul 16-20 fa il suo esordio in campo Barbiero, entrando in battuta al posto di Carletti. Efficacissimo il suo servizio che mette in difficoltà la ricezione di Mondovì, e che porta Montecchio a -3 (17-20). Il diciottesimo punto è ottenuto da ottima combinazione Scacchetti-Barolini in primo tempo (18-21). Fezzi entra e con una fortunosa battuta che tocca il nastro e poi cade nel campo delle rosso nere porta Mondovì sul 19-23 e, sempre Fezzi, chiude il set con un ace (19-25).

Trevisan battezza il terzo set con un ace e, subito dopo con un’altra battuta efficace che permette a Battista di vincere il contrasto a muro con Scola (2-0). Con Trevisan sempre al servizio, Bovo ottiene il quarto punto a muro (4-0). Carletti ordinata a muro ferma Tonello (7-1) e poi sigla un ace che sancisce il +7 per Montecchio (9-2). Battista, ben smarcata da Scacchetti, fa un buco per terra (10-) e Bartolini non è da meno eseguendo una fast perfetta (11-4). Lo spettacolo continua con Zardo che salva una palla difficilissima, alza per Battista in seconda linea che finalizza (12-5). Mondovì reagisce, ma dopo un’azione molto concitata è Carletti che mette palla a terra (15-8). Il Sorelle Ramonda continua a macinare punti e il ventesimo punto porta la firma di Carletti (20-11). Barbiero entra nuovamente in battuta, ma Mondovì conquista il punto (20-12). La Lpm Bam riduce lo svantaggio e Beltrami chiama time out (21-17). Scacchetti risolve con un pallonetto beffardo a due mani (22-17) e, subito dopo, lascia il posto in campo a Rosso. La nuova entrata alza una palla veloce e precisa Trevisan che ottiene il primo set point. Bovo chiude con un pallonetto (25-17).

Il quarto set parte all’insegna dell’equilibro, come lo era già stato il secondo (5-5), ma è Scacchetti che, con un ace porta il Sorelle Ramonda a + 2 (7-5). Subito dopo, un muro di Bovo-Carletti, aumenta il vantaggio (8-5). Zanette interrompe la serie positiva di Montecchio con un attacco da seconda linea (9-6). Bartolini mura a uno al centro (12-8) e poco dopo si mette nuovamente in mostra con un primo tempo vincente (13-10). Carletti affonda Agostino con un attacco da seconda linea (15-12), mentre Trevisan gioca d’esperienza con una piazzata dietro il muro che vale il diciassettesimo punto (17-14). Scola sbaglia il servizio ed è 20-17. Barbiero entra ancora in battuta e Battista porta il Sorelle Ramonda a +4 (21-17). Battista, ancora protagonista, questa volta con un ace che vale il match point (24-19) chiudendo, sempre lei, set e partita con un attacco da seconda linea.

A fine partita così commenta Francesca Trevisan:

“E’ stata una partita incredibile, abbiamo fatto pochissimi errori. Nonostante l’assenza di Anhai, Federica è stata bravissima a sostituirla ed è ritornata a giocare opposta, come già aveva fatto lo scorso anno, dimostrando ancora una volta di essere una gran giocatrice. Ci davano sfavorite per questo match, ma è vero che in settimana abbiamo lavorato bene e non abbiamo mai mollato in nessun fondamentale.  Il set che abbiamo perso forse abbiamo accusato un po’ di stanchezza, ma ho visto subito sul viso delle mie compagne una cattiveria diversa dalla scora settimana, durante tutta la partita. Siamo migliorate in fase di battuta e in attacco, lavorando molto durante la settimana, variando i colpi e penso che questa sera sia sia visto essendo molto efficaci. Soprattutto siamo riuscite a superare mentalmente la sconfitta della scorsa settimana. Già dal riscaldamento si respirava un’aria diversa, eravamo cariche e contro una grande squadra come Mondovì abbiamo fatto valere il nostro gioco. Sono felicissima poi che la squadra sia riuscita a sfoderare questa prestazione davanti al nostro pubblico”.

Anche Federica Carlatti, racconta felice:

“Mi è sicuramente servito aver ricoperto il ruolo di opposto già lo scorso anno. In questo modo sono riuscita a dare una mano alla squadra. È andata bene, rispetto alla trasferta a Marsala siamo state più determinate nei momenti decisivi dei set. Inoltre abbiamo avuto meno alti e bassi e siamo rimasti constanti gestendo i vantaggi. Il morale è alle stelle, Mondovì è un team forte costruito per il salto di categoria, ma noi siamo scese in campo per vincere perchè l’obiettivo è sempre quello a prescindere dalle avversarie”.

Alessandro Beltrami, entusiasta, così ci riferisce come ha visto le sue ragazze:

“Nonostante questa sera fossimo in emergenza, dal momento che Anhai Tosi ieri si è infortunata ieri durante l’allenamento. Abbiamo allestito quindi una formazione senza averla mai provata e lee ragazze sono state davvero brave. Avevo chiesto loro di essere aggressive in battuta, ma senza sbagliare troppo, per tenere le loro attaccanti lontano da rete. Mi è piaciuta molto la fase muro-difesa a cui tengo davvero molto. Noi siamo stati bravissimi ad essere duttili e ad adattarci ad ogni situazione. Noi abbiamo dei talenti giovani, ma con una possibilità di crescita davvero impressionante.”